Home Tutela del paesaggio

Tutela del paesaggio

Occupazione di suolo pubblico mediante dehors e altre installazioni a carattere provvisorio

Accordo 9 dicembre  2014, tra la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, concernente l'occupazione di suolo pubblico mediante dehors e altre installazioni a carattere provvisorio. Semplificazione delle procedure autorizzative, nell’ambito della Regione Friuli Venezia Giulia ai fini della tutela del pubblico patrimonio culturale ai sensi dell’articolo 12, comma 1, con riferimento all’articolo 10, comma 4, lettera g), del D. Lgs. 42/2004.

Atto integrativo dell' Accordo sottoscritto il 22 ottobre 2009 ai sensi dell' articolo 3 del DPCM 12 dicembre 2005

Accordo relativo alla semplificazione dei criteri di redazione e ai contenuti della relazione paesaggistica per le diverse tipologie di intervento, nell'ambito del procedimento di autorizzazione paesaggistica, sottoscritto il 29 novembre 2013 tra Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia del Ministero per i  Beni e le Attività Culturali

Disciplinare di attuazione del Protocollo di Intesa

Il presente Disciplinare regola i contenuti tecnici, le modalità operative ed il cronopragramma di elaborazione congiunta del Piano paesaggistico regionale. È stato sottoscritto  tra il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e Regione Friuli Venezia Giulia. L'Accordo è stato siglato dal Direttore generale  per il paesaggio, le belle arti, l'archiettura e l'arte contemporanea Maddalena Ragni (MiBACT), dal Direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia Giangiacomo Martines (MiBACT) e dall'Assessore regionale alla Pianificazione territoriale Mariagrazia Santoro.

Definizione di indirizzi e criteri riguardanti la delimitazione dei territori costieri di cui all’art. 142,comma 1, lett a) del DLgs. 42/04.

Accordo 18 novembre 2011 tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia del Ministero per i beni e le attività culturali concernente la definizione di indirizzi e criteri riguardanti la delimitazione dei territori costieri di cui all’art. 142, comma 1, lett a) del DLgs. 42/04.

Semplificazione criteri di redazione e contenuti relazione paesaggistica nell'ambito del procedimento di autorizzazione paesaggistica

Accordo 22 ottobre 2009  Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia del Ministero per i  Beni e le Attività Culturali ai sensi dell' articolo 3 del DPCM 12 dicembre 2005, relativo alla semplificazione dei criteri di redazione e ai contenuti della relazione paesaggistica per le diverse tipologie di intervento nell'ambito del procedimento di autorizzazione paesaggistica

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 dicembre 2005

Individuazione della documentazione necessaria alla verifica della compatibilità paesaggistica

Linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili

Decreto 10 settembre 2010 - Linee guida per l'autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

Sistema Informativo Territoriale Ambientale e Paesaggistico

Il SITAP è il sistema web-gis della Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee finalizzato alla gestione, consultazione e condivisione delle informazioni relative alle aree vincolate ai sensi della vigente normativa in materia di tutela paesaggistica (acronimo di Sistema Informativo Territoriale Ambientale e Paesaggistico)

Costituito con l'attuale nome (acronimo di Sistema Informativo Territoriale Ambientale e Paesaggistico) nel 1996, quale erede del sistema realizzato nell'ambito del progetto ATLAS - Atlante dei beni ambientali e paesaggistici, risalente alla fine degli anni '80, il SITAP contiene attualmente al suo interno le perimetrazioni georiferite e le informazioni identificativo-descrittive dei vincoli paesaggistici originariamente emanati ai sensi della legge n. 77/1922 e della legge n. 1497/1939 o derivanti dalla legge n. 431/1985 ("Aree tutelate per legge"), e normativamente riconducibili alle successive disposizioni del Testo unico in materia di beni culturali e ambientali (d.lgs. n. 490/99) prima, e del D.Lgs. n. 42/2004 e ss.mm.ii (Codice dei beni culturali e del paesaggio, di seguito "Codice") poi.

Avvertenza

In considerazione della non esaustività della banca dati SITAP rispetto alla situazione vincolistica effettiva, della variabilità del grado di accuratezza posizionale delle delimitazioni di vincolo rappresentate nel sistema rispetto a quanto determinato da norme e provvedimenti ufficiali, nonché delle particolari problematiche relative alla corretta perimetrazione delle aree tutelate per legge, il SITAP è attualmente da considerarsi un sistema di archiviazione e rappresentazione a carattere meramente informativo e di supporto ricognitivo, attraverso il quale è possibile effettuare riscontri sullo stato della situazione vincolistica alla piccola scala e/o in via di prima approssimazione, ma a cui non può essere attribuita valenza di tipo certificativo.


Sviluppato con Plone CMS, il sistema open source di gestione dei contenuti