Mostra “I Dinosauri italiani e altri vertebrati fossili del nostro paese”

La Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia partecipa all’esposizione con il nuovo calco dello scheletro completo del dinosauro adrosauro noto come “Antonio” fatto realizzare per l’occasione

Adrosauro Antonio
Calco del dinosauro Antonio presente alla Mostra di Bologna

Il Museo Geologico Giovanni Capellini dell’Università di Bologna ospita presso le sue sale la mostra “I dinosauri italiani” dal 5/09/2009 al 11/01/2010; l’esposizione riunisce i più importanti e spettacolari fossili di vertebrati rinvenuti nel nostro paese e si articola in 15 sale molte, delle quali interamente rinnovate. La mostra, voluta per festeggiare il centenario della prima esibizione del calco del grande scheletro del dinosauro Diplodocus carnegiei, riunisce per la prima volta tutti i reperti disponibili relativi ai dinosauri italiani.
La Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia partecipa all’esposizione con il nuovo calco, di circa quattro metri di lunghezza, dello scheletro completo del dinosauro adrosauro noto come “Antonio” fatto realizzare per l’occasione ed inoltre collabora con gli organizzatori della mostra anche per l’escursione nel sito del Villaggio del Pescatore di Duino (TS).
L’ adrosauro di Duino è il più grande e completo dinosauro trovato finora in Italia ed uno dei più completi in Europa; presso il Civico Museo di Storia Naturale di Trieste, oltre ad Antonio, sono conservati i resti di un altro adrosauro recuperato nel medesimo scavo ma ancora da estrarre dalla matrice rocciosa. Lo studio scientifico e la classificazione del dinosauro “Antonio” è ultimata e sarà pubblicata a breve su una rivista internazionale specializzata.

I Dinosauri Italiani e altri vertebrati fossili del nostro paese

Bologna, Museo Geologico Giovanni Capellini

via Zamboni n°63

5 Settembre 2009 – 11 Gennaio 2010

Orario

Lunedì – Venerdì 9 – 13

Sabato – Domenica 10 – 18

Ingresso alla mostra: fino a 16 anni 1 Euro, oltre 16 anni 2 Euro